Serie A anticipi posticipi

Lega Calcio, assemblea della serie A a Milano: il resoconto

by Paolo Buchetti
0 comment

Lega Calcio, il resoconto della assemblea della serie A

Lega Calcio   –   Ieri si è riunita la Lega Calcio, in particolare, delle squadre di serie A, con un ordine del giorno impostato su diversi argomenti.

Erano presenti importanti personalità del mondo calcistico,  come il presidente del Napoli De Laurentis, Carnevali in rappresentanza del Sassuolo, l’amministratore delegato del Milan Furlani nonché il presidente del Torino Cairo; dulcis in fundo, era presente all’assemblea anche il Presidente della FIGC dott. Gravina.

Al termine, nella consueta conferenza stampa, ha preso la parola il presidente della Lega Lorenzo Casini.

Inizialmente, ha riassunto quanto discusso in sede di assemblea, per poi affrontare anche argomenti come quello della prima Supercoppa di Lega impostata sulle final four. Altro argomento toccato, è stato quello relativo alle recenti polemiche sugli operati arbitrali, usciti da una trasmissione televisiva.

Le parole del presidente della Lega Calcio in conferenza stampa

I temi principali sono due. Abbiamo ricevuto, lo avevamo invitato, il presidente Gravina per parlare di riforme. Il secondo è i criteri di ripartizione dei diritti non audiovisivi della Serie A. Il presidente, come già accaduto a Roma, ci ha indicato le criticità del calcio italiano e la necessità di intervenire sull’ordinamento del campionato, anche per l’eccessivo numero di squadre professionistiche, prospettando un documento che dovrà essere condiviso con le componenti. La Serie A in modo compatto ha presentato osservazioni e fatto domande: anche noi stiamo lavorando al documento di riforme che sarà discusso nell’assemblea del 5 febbraio.”

“Abbiamo ribadito la necessità che il diritto di intesa rimanga, non solo come caratteristica di qualsiasi sistema federale europeo, ma anche che venga riconosciuto alla Serie A un ruolo di leadership. L’incontro è stato proficuo. Sul secondo argomento, l’assemblea ha approvato, con 19 voti su 20, i criteri di ripartizione per il prossimo quinquennio, che vanno a raffinare i precedenti.”

“È molto importante, perché dà stabilità commerciale all’attività della lega: qualsiasi contratto andremo a siglare, a livello non audiovisivo, sappiamo quale sarà il criterio di ripartizione. Chiudo ricordando che domani è il giorno della Memoria, noi ci teniamo particolarmente”.

fonte tuttomercatoweb.com

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

capitolo finale

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich