Lazio, non fare l’errore di sopravvalutare il Bayern

by Paolo Buchetti
0 comment

Lazio, non pensare di essere vittima predestinata

Lazio, non fare la vittima predestinata  –  Non c’è niente di peggio nel calcio, che quello di sentirsi sconfitti prima di entrare in campo.

Le grandi imprese sono quelle in cui la prima cosa è credere in se stessi. Saper essere consci di poter far male al nemico, sportivamente parlando ovviamente.

Lazio, non fare la vittima predestinata – Mai sopravvalutare nessuno

Non c’è mai sopravvalutazione dell’avversario senza sottovalutazione di se stessi. Questa è una grande verità contro la quale combattono psicologicamente tantissimi allenatori che devono inculcare al gruppo la assoluta fiducia personale e quella per i compagni.  Il rispetto per loro deve partire dal rispetto che abbiamo per noi stessi. Tutto ciò, è prodromo al raggiungimento delle grandi imprese.

 

Intanto la Lazio…

Foto: profilo X Lazio

Intanto, la Lazio a Cagliari sembra essere ritornata sui binari giusti. C’è un’aria  diversa e, pur considerando l’avversario non irresistibile, si è visto un nuovo approccio di tutto il gruppo alla “partita”. La speranza è che i chiarimenti post Atalanta abbiano aperto gli occhi a tutte le fazioni del mondo Lazio, nessuna esclusa. Bisogna remare tutti in una stessa direzione per raggiungere gli obbiettivi e  questo è molto importante. L’avversario di mercoledì è molto forte ma non imbattibile…

Mentre il Bayern…

 

Lazio

Thomas Tuchel / Foto: profilo X @bayernmunchen

Il Bayern intanto arriva a questo scontro con meno certezze di quelle che avrebbe immaginato al momento del sorteggio. La sconfitta di ieri sera con i rivali del Bayer Leverkusen, è stata netta tecnicamente e fisicamente, ma non solo. Un 3 a 0 che non lascia dubbi. E ora?

 

… Sono sull’orlo di una crisi di nervi

Loro sono una corazzata che sta lentamente imbarcando acqua, ma non capiscono da dove arriva. Si sono dimenati in questi ultimi mesi con ristrutturazioni societarie e cambi al vertice, sia societario che tecnico. Hanno investito cifre spaventose sul mercato estivo scorso, ma le cose sembrano addirittura peggiorare. Ieri ho visto una squadra con grandi individualità indubbiamente, ma sovrastata da un team superiore da tutti i punti di vista. E gli sguardi dei diretti interessati, a partire dall’allenatore, trasudano di tensione, paura e incapacità di capire dove intervenire per porre rimedi tecnici. I giocatori in campo sono musicisti che suonano senza un direttore di orchestra, e che si guardano l’uno con l’altro cercando un colpevole di una situazione che si sta appesantendo dal punto di vista psicologico.

Loro corrono il rischio di sopravvalutarsi. Non sono più gli stessi di 3 anni fa quando “passeggiarono” a Roma, in uno stadio a porte chiuse.

A  conferma della tensione che gira dalle parti di Monaco di Baviera, è dell’ultima ora la protesta in massa dei tifosi contro l’allenatore Tuchel, reo di essere il primo colpevole della crisi della squadra. L’ambiente ne chiede a gran voce l’esonero, cosa altamente improbabile, vista l’imminenza della partita di Champions contro la Lazio (fonte lalaziosiamonoi.it)

 

Una doppia partita dal profumo della “grande impresa”

Bisogna arrivare alla sfida con la consapevolezza che ti faranno giocare. Abbiamo finalmente il nostro grande pubblico “in campo”.

Non abbiamo niente da perdere, loro hanno tutto da perdere! Sono considerati l’unica squadra “certa” di passare questi ottavi di Champions. La fortuna aiuta gli audaci. Se lo saremo, un nostro gol potrebbe allargare la falla della loro corazzata, facendoli cadere da quell’orlo di una crisi di nervi che potrebbe esplodere, se uscissero con un risultato non positivo dall’Olimpico.

Questa è la mentalità giusta. Rispetto per loro, ma faremo di tutto per fargli male.

E se affonda la corazzata, la vittoria della guerra è più vicina! Avanti Lazio senza paura!

 

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

capitolo finale

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich