lazio cagliari

Lazio, le due facce di Formello: Luis Alberto e Nicolò Rovella

by Antonio Falaguerra
0 comment Centro sportivo di Formello / Patrizio Trecca / ©LazioLive

Venerdi sera le dichiarazioni dei due calciatori nel post Lazio-Salernitana, le due facce della stessa medaglia

Lazio: Luis Alberto Nicolò Rovella, le due facce di Formello, due mondi totalmente differenti che convivono in una Lazio disorientata che dovrà essere rifondata.

Il fantasista spagnolo ed il play ex Juve, due mondi distanti e diversi, che sono l’emblema della stagione della squadra biancoceleste.

Da una parte il “Mago“, estro ineccepibile ma con un carattere volubile, capace di giocate pazzesche da incanto che però è ostaggio di una personalità mutevole che ha diviso i tifosi.

Atalanta-Lazio

Foto: Luis Alberto | Twitter Lazio

L’ultima sua uscita è l’emblema di quello che è stato il suo percorso nella squadra capitolina.

Dopo aver fatto i “capricci” come un bambino viziato, durante la preparazione sotto le Tre Cime di Lavaredo, per il rinnovo contrattuale, venerdì spiazza tutto e tutti dichiarando la sua volontà di lasciare il club a fine stagione.

Ennesima e forse ultima “piazzata” del fantasista spagnolo, la peggiore a parer nostro, che ci dimostra che i problemi a Formello forse non erano dovuti alla ex giuda tecnica come ci volevano far credere.

Dall’altra parte della medaglia Nicolò Rovella, un ragazzo d’oro che vede nella Lazio la sua possibilità di tutta una vita, e che venerdì sera ha dichiarato di sentirsi come a casa a Formello.

SS Lazio rovella patric

Patric e Rovella/Foto: Profilo X SS Lazio

Un ragazzo d’oro il play biancoceleste, che dopo aver superato la pubalgia, è rientrato come aveva lasciato, giocando in modo eccellente ed sudando per la maglia.

Due mondi diversi nell’universo biancoceleste, che sono l’esplicita e significativa spiegazione della stagione che sta vivendo la squadra biancoceleste.

La Lazio in questa situazione, è come una mediaglia a due facce.

Da una parte ci sono dei giocatori che sono al capolinea proprio come il “Mago“, spenti e svogliati.

E dall’altra i nuovi, con alcuni della vecchia guardia, che ancora lottano e credono nel progetto Lazio.

Sarà dura, ma bisognerà rifondare, a Tudor l’arduo compito di guidare questa rivoluzione.

Lazio: la contestazione di venerdì sera

Lazio: venerdì sera alla fine la contestazione è arrivata. Giusta e sacrosanta, è arrivata in modo intelligente, una critica rivolta a tutti, società e giocatori che sono i responsabili di una stagione travagliata e amara.

I tifosi biancocelesti hanno espresso tutta la loro disapprovazione ad un comportamento superficiale e inadeguato, da parte di chi  gestisce, e dall’altra chi scende in campo indossando questa gloriosa maglia

La mitica Curva Nord ad inizio gara ha esposto uno striscione che recitava “non siete degni d’indossare la nostra maglia”.

Tifosi Lazio

Tifosi Lazio Antonio Falaguerra-Laziolive.tv

Il tutto accompagnato da stendardi che ritraevano i numeri di maglia di giocatori e ruoli societari.

Una contestazione giustificata, che arriva dopo tre quarti di una stagione caratterizzata da pochi alti e molti bassi, dove tutto o quasi è andato storto.

Una critica che speriamo sia costruttiva, e che apra gli occhi a società e giocatori che possono, se vogliono, ancora provare a raddrizzare la stagione.

 

 

 

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich