Curva Nord Lazio

Serie A: si gioca l’ultima di campionato, sarà una giornata “spezzatino”

by Antonio Falaguerra
0 comment Curva Nord Lazio

Ultima giornata di Serie A iniziata ieri con uno spettacolare Cagliari-Fiorentina: da questa sera fino a domenica tutte le altre gare, la Lazio scende in campo domenica alle 20e45

Serie A: si gioca l’ultima di campionato, e come sempre sarà una Serie Aspezzatino“, con la prima gara giocata ieri sera. Si continuerà questa sera con un incontro, sabato con due partite e tutte le altre domenica dalle 18:00 in poi.

Ad inaugurare l’ultima di campionato sono state ieri sera Cagliari e Fiorentina. Si è scelto di giocare il giovedì per poter dare più giorni possibili alla Viola al fine di preparare la finale di Conference League, che gli uomini di Italiano giocheranno mercoledì ad Atene.

È stata una partita pazzesca, terminata con un 2 a 3 per i toscani, gara con un finale a dir poco rocambolesco. Il Cagliari a cinque dalla fine riesce a ribaltare lo svantaggio, ma nei minuti di recupero la Fiorentina prima pareggia e poi fa il 2 a 3 finale su rigore.

Oggi, alle 20e45, si gioca un interessante Genoa-Bologna.  Per il Grifone la possibilità di chiudere in bellezza e provare  a battere il Bologna delle meraviglie.

Mentre per i rossoblù di Thiago Motta l’occasione è ghiotta per provare a superare in classifica la Juventus al fine di piazzarsi addirittura terzi in classifica.

Serie A: un sabato tranquillo

Ultima di A: Sabato in programma per l’ultima di Serie A due gare tra compagini che ormai hanno dato tutto e hanno poche velleità:  alle 18:00 Juventus-Monza  e alle 20e45 Milan-Salernitana.

Allo Stadium, gli unici ad avere ancora ambizioni sono i bianconeri di casa, che proveranno a vincere per cercare di difendere la terza piazza in classifica dal Bologna che è lì in agguato.

Per i Brianzoli una gara da giocare con tutta la tranquillità di questo mondo, modalità ultimo giorno di scuola, si attende solo il suono dell’ultima campanella.

Lazio RadioA San Siro si gioca Milan-Salernitana, una gara dove per entrambe le compagini non c’è più nulla da chiedere. I rossoneri, tra polemiche e rimpianti, restano secondi in classifica e ritrovano la Champions,  mentre per i granata sarà la giornata in cui salutano la Serie A, perchè il prossimo anno si ricomincia dalla B.

 

Serie A: una domenica ad alta tensione

Tutto in novanta minuti: sarà una domenica ad altissima tensione, quella dell’ultima giornata di Serie A. Le ultime della classe si giocano la permanenza nella massima serie nazionale.

Ma andiamo con ordine: alle 18:00 si gioca Atalanta-Torino e Napoli-Lecce. In quel di Bergamo siamo sicuri che domenica ci sarà ancora festa, una grandissima festa per la Dea fresca vincitrice dell’Europa League.

Lazio Europa League

Foto: profilo X Uefa

Per gli uomini di Gasperini ci sarà il giusto tributo per una squadra che ha compiuto una straordinaria impresa che rimarrà nella storia del club orobico.

Il Toro invece proverà a guastare la festa ai nerazzurri di casa.  Sarà l’ultima di Juric sulla panchina granata, perchè dalla prossima stagione inizierà un nuovo ciclo.

Al Maradona arriva il Lecce fresco di salvezza appena raggiunta. La gara sarà più importante per gli azzurri che per i salentini, si proverà infatti a raggiungere almeno la Conference League in una stagione tutta da cancellare. Ultima di A: Alle 20e45 ci si gioca il tutto per tutto.

Ultima giornata: tutto in novanta minuti

Serie A: è alle 20e45 che ci sarà il momento decisivo della stagione. Quattro gare in contemporanea dove ci si gioca tutto.  Chi fa punti resta in paradiso, chi non riesce a vincere va in B.

Si gioca ad Empoli una delle tre gare che vedono le squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere.  Al Castellani arriva la seconda squadra della Capitale.

Serie A / Foto profilo X Lega Serie A

Serie A / Foto profilo X Lega Serie A

Per gli azzurri di casa la vittoria è obbligatoria, per essere sicuri della permanenza in A. I giallorossi invece, sicuri del sesto posto, devono sperare che l’Atalanta non vada oltre il quinto posto, per entrare miracolosamente in Champions.

Allo Stirpe di Frosinone si gioca forse la partita più difficile e più ad alta tensione dell’intera stagione.  Arriva l’Udinese a giocarsi contro i gialloblù di casa la permanenza in serie A.

Per i ciociari doppia possibilità di risultato;  sia un pareggio, che una vittoria sancirebbero la permanenza nella massima serie,  mentre per i friulani la vittoria darebbe la matematica salvezza.

Al Bentegodi invece una gara tranquilla   Classica partita da fine stagione, sia per il Verona, fresco di aritmetica salvezza, che per l’Inter campione d’Italia. Nulla più da chiedere   agli ultimi 90 minuti di una stagione pazzesca per entrambe le squadre.

Lazio: ultima in casa con il Sassuolo tra addii e rimpianti

Lazio: All’Olimpico, sempre alle 20e45, si giocherà l’ultima gara della stagione per la Lazio di Tudor ed il Sassuolo ormai retrocesso in B.

Sarà un ultima giornata particolare quella che si vivrà nello stadio capitolino.   In casa biancoceleste sarà l’ultima con la maglia della Lazio per diversi giocatori; di certo c’è l’addio di Felipe Anderson, e forse in estate altri lasceranno la squadra capitolina.

lazio venturin

© Antonio Falaguerra – Lazio Live TV

Ci saranno lacrime e rimpianti in un’atmosfera particolarissima. Un Olimpico che va oltre i quarantacinquemila spettatori saluterà il nostro “Pipe“.   Anderson andrà via, ritorna in Brasile e si porterà nel cuore i colori biancocelesti, le lacrime scenderanno sui volti dei tifosi, va via un grande campione.

Emozioni forti anche per un ritorno in casa biancoceleste.   Sarà presente infatti il tecnico più titolato della storia della Lazio, Sven Goran Eriksson.

L’ex tecnico campione d’Italia è afflitto da un bruttissimo male e verrà a salutare il suo popolo, quello laziale, che farà sentire tutto il suo amore e sostegno al tecnico svedese.

Grandi emozioni ma anche grandi rimpianti in casa Lazio.

Rimpianti per una stagione andata non come ci si aspettava, rimpianti perché a causa di tanti fattori i biancocelesti hanno letteralmente buttato al vento l’occasione di riconfermarsi in Champions.

Il popolo laziale spera che questo sia l’inizio della risalita, l’inizio di una nuova era.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich