Lazio Mandas

Lazio, rinnovo Provedel: ci siamo

by Mauro Maniccia
0 comment Foto: profilo X Lazio

Lazio, rinnovo Provedel: fumata bianca in arrivo

Ivan Provedel e la Lazio, una storia che proseguirà insieme per tanti anni ancora, e farà felice i tifosi potranno continuare godere le gesta del numero novantaquattro biancoceleste.

SS Lazio

Foto: profilo X Lazio

Arrivato alla Lazio nell’estate del 2022 tra lo scetticismo generale, gli sono bastati cinque minuti per prendersi la porta della prima squadra della Capitale. I cinque minuti che sono passati dall’inizio della partita col Bologna, prima partita della stagione 2022/2023, all’espulsione di Maximiano, titolare nell’occasione. La scorsa stagione è stato premiato come miglior portiere della Serie A contribuendo al risultato finale di tutta la squadra, quel secondo posto che ha regalato l’ingresso in Champions League. E per non finire alla prima gara nella massima competizione europea al minuto 94, caso strano il suo numero di maglia, ha regalato il pareggio contro l’Atletico Madrid con uno stacco imperioso nell’area di rigore dei colchoneros.

Lazio, per il rinnovo di Provedel manca solo la firma

Per tutto questo è anche per le doti di leader che sta facendo vedere nello spogliatoio si è guadagnato il prolungamento del contratto.

Lazio

Claudio Lotito / foto: profilo X Lazio

Infatti come riporta Il Corriere dello Sport, ci sono voluti tre incontri tra il presidente Lotito e l’entourage del calciatore per trovare l’accordo che farà continuare insieme la società e il ragazzo. L’ultimo incontro è andato in scena ieri, sembra che manchi soltanto la firma da apporre sul contratto, l’accordo avrà scadenza nel giugno 2028, un anno in più su quella attuale, è il “portiere biondo” avrà anche un cospicuo aumento di stipendio. La porta della Lazio si blinda per tanto tempo.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich