SS Lazio Patric

Lazio-Juventus, che vittoria: per Tudor un esordio coi fiocchi

by Antonio Falaguerra
0 comment

Lazio Juventus che vittoria! La mano di Tudor sul gioco della Lazio comincia a vedersi

Lazio-Juventus esordio coi fiocchi per Igor Tudor, uno spettacolo! Questo è ciò che viene da dire dopo essere stati all’Olimpico ieri pomeriggio a vedere l’esordio di Tudor sulla panchina della Lazio.

Un esordio coi fiocchi, una vittoria contro la Juventus terza forza del torneo, Juve che è stata letteralmente costretta nella propria trequarti e che solo due volte ha impensiertito il gioiellino ellenico Mandas, a difesa della porta biancoceleste dopo l’infortunio di Provedel.

Una vittoria meritatissima, con otto/nove occasioni nitidissime da rete per la Lazio, che è sembrata totalmente trasformata dal tecnico di Spalato.

Anche se sembra strano che in due sole settimane di lavoro a Formello, l’ex Marsiglia sia riuscito a dare la sua impronta di gioco alla compagine biancoceleste, ma è effettivamente visibile un cambiamento netto della squadra capitolina.

Ieri la Lazio ha giocato alla Tudor per ampie frazioni di gioco. Il modulo tattico, inizialmente il 3-4-2-1 in fase di possesso, si trasformava in un 4-4-2  in fase di non possesso.

Il pressing era altissimo, specialmente con gioco in verticale e marcature a uomo che facevano intravedere l’undici biancoceleste osservare alla lettera i dettami del tecnico croato.

Lazio propositiva, quasi votata all’attacco ci viene da dire, che ha fatto divertire il pubblico che ha apprezzato molto l’esordio del nuovo tecnico.

Unico neo il risultato,  bugiardo per quanto la squadra capitolina ha creato, tantissime occasioni nitide non finalizzate, forse l’unica nota negativa della gara.

Lì davanti la Lazio non riesce ancora a raccogliere per quanto crea. Le punte sempre poco incisivo devono dare molto di più se si vuole raggiungere l’Europa.

Da segnalare la capacità di Tudor di leggere con estrema attenzione i momenti della gara. Cambi azzecatissimi fatti al momento giusto, hanno fermato subito un timido accenno bianconero di affacciarsi dalle parti di Mandas.

Che dire, un gran bell’esordio per Igor Tudor. Un esordio coi fiocchi.

Lazio: Tudor maestro delle prime volte in Italia

Lazio- Juventus: con la vittoria in extremis di ieri sulla Juventus, Tudor si conferma maestro degli esordi. Proprio così, il tecnico croato sembra essere un mago delle prime volte quando esordisce con una squadra in serie A.

ss lazio tudor

Igor Tudor / Foto: profilo X SS Lazio

La storia ci insegna che quando Tudor esordisce non sbaglia un colpo. Lo ha fatto ad Udine, vincendo con un secco due a zero contro il Genoa.

Era fine marzo del 2019, e il croato con quella gara diede inizio alla salvezza della squadra friulana.

Anche il precedente anno, nel 2018, alla prima gara con i friulani fece uno splendido esordio in quel di Benevento, la vittoria gli fu negata al novantesimo in un tre a tre spettacolare.

Quell’anno salvò la squadra bianconera da una retrocessione quasi certa. Un gran bel lavoro in Friuli.

Altro gran esordio fu in terra veneta, a Verona. Vinse alla prima con i gialloblu per tre a due contro gli altri della Capitale.

Esordio col botto per un Verona targato Tudor che poi incantò la serie A raggiungendo il massimo punteggio mai ottenuto nel campionato italiano dalla squadra veneta.

E poi la gara di ieri, una vittoria stupenda ed emozionante per come è arrivata, all’ultimo secondo, che ha così decretato Tudor mago delle prime volte in A.

 

 

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich