SS Lazio – Alessandro Nesta: il grande Capitano

by Lara De Angelis
0 comment Antonello Sammarco/Image Sport: Alessandro Nesta

SS Lazio – Storico difensore, capitano dello scudetto del 2000 Alessandro Nesta

SS Lazio – Alessandro Nesta. Non c’è Laziale che non sappia chi sia, non c’è bambino che non abbia visto su YouTube un video sul nostro grande ed unico Sandro Nesta.

Nato a Roma il 19 marzo del 1976, lega da subito la sua carriera e il suo cuore alla Lazio.

Entra nelle giovanili della società biancoceleste nel ’85, per esordire nella massima serie accompagnato dall’allenatore Dino Zoff, il 13 marzo della stagione 1993/1994, a pochi giorni dal suo 18′ compleanno, in Udinese Lazio partita terminata 2-2.

Nesta disputa 78 partite in Nazionale, 3 Europei e 3 Mondiali vincendo la World Cup nel 2006. Sfortunato, dopo 2 partite contro il Ghana e USA, nella gara contro la Repubblica Ceca esce per infortunio al 17′ minuto, ma alza comunque la Coppa al cielo da vincente. Sandro vince tutto.

Veloce e forte, con dei tempi in scivolata che gli permettevano di non commettere fallo, ma soprattutto grande uomo e grande giocatore. “Sono le 18:04 del 04 maggio del 2000 e la Lazio è Campione d’Italia”. Come dimenticare questa frase, che 23 anni dopo, lascia la stessa forte emozione.

Alessandro rilascia un’intervista al canale Basement Cafè, aprendo il suo cuore Laziale senza remore: “Vincere lo scudetto, con la mia squadra del cuore, è stato la realizzazione del mio sogno e della mia famiglia. Per mio padre sono stato un grande orgoglio da sempre! Ero un ragazzino e facevo il centrocampista, perché nelle ultime partite di campionato si erano fatti male tutti, quindi ero rimasto solo io. L’anno dopo arrivò Sergio Cragnotti, che volendo avrebbe potuto comprare tutti, ma disse che in difesa voleva me, quel ragazzino. Ero spaventatissimo”.

Parlando dei Derby, Nesta non lascia trasparire la sua vera Lazialità: ” Per noi giocatori romani quando si avvicinavano i derby era un incubo. Io nella Lazio, Totti e De Rossi nella Roma. Da quando sono entrato in accademia Lazio, a soli 8 anni, da quel giorno in testa c’è sempre stato il Derby. Me lo ripetevo in continuazione. Lo sentivi dentro. Da grande diventa una cosa che non ti lascia più e ti rimane nel cervello. La notte prima del Derby Lazio Roma non dormivo. Ammetto però, che questo non accadeva nei Derby di Milano.”

Il Capitano lasciò la Lazio nonostante fosse stato disposto a giocare riducendo il suo ingaggio, ma non ci fu nulla da fare ed andò al Milan dove rimase 10 anni. All’inizio odiato dai tifosi Laziali, per aver lasciato la barca biancoazzurra mentre era in difficoltà economiche, in seguito fu capito ed amato come allora.

E’ sempre stato, è e sarà per sempre un piacere vederlo o ascoltarlo parlare, ma soprattutto inorgoglisce sapere che è un Laziale vero.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich