Mirko Fersini Formello

Serie B e Lega Pro, occhio al rendimento dei nostri ragazzi in prestito

by Paolo Buchetti
0 comment

Serie B e Lega Pro, osservati speciali dagli addetti ai lavori biancocelesti e non, saranno i  nostri ragazzi in prestito sui campi di serie B e C

Il 19 agosto partirà il campionato di Serie B, mentre il 3 settembre sarà la volta di quello di Lega Pro. Diversi sono i ragazzi di proprietà della Lazio che parteciperanno, in virtù degli accordi che li hanno visti trasferirsi in prestito ad alcune squadre.

 

In Lega Pro, sotto osservazione per i tifosi biancocelesti, saranno il Foggia di Delio Rossi, che avrà il nostro Marino, centrocampista di 22 anni. Inoltre, il Pescara di Zeman avrà a disposizione il terzino destro Floriani Mussolini e si vocifera anche di un possibile interessamento per l’ala destra Lombardi, affare ancora però non definito.

Infine, il Picerno avrà tra le sue fila il nostro terzino destro Novella di 22 anni.

In serie B, terremo gli occhi fissi sul centravanti Crespi, 19 anni, dato in prestito al Cosenza.

 

Addirittura in serie A, ci sono 3 squadre interessate a prendere in prestito il gioiellino Diego Gonzalez, arrivato nel gennaio scorso. La stima di Sarri per questo ragazzo è molto alta, anche per la sua applicazione e concentrazione dimostrata nel ritiro di Auronzo.

Cagliari, Frosinone e Salernitana, sembrano interessate, ma l’affare è ancora in alto mare. Di certo, la società non lo cederà definitivamente, studiando un prestito che possa far valorizzare il ragazzo, per poi ritrovarselo il prossimo anno con una importante esperienza nel campionato italiano alle spalle.

 

Uno sguardo disinteressato ma legato al cuore, daremo anche a Libor Kozak. L’ex attaccante biancoceleste, ormai 34enne, si è legato all’Arezzo e può fare veramente bene  in questo campionato di Lega Pro

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich