Marco Di Bello

Lazio Milan, Di Bello fermo un mese: rimangono i 3 punti scippati

by Lazio Live TV
0 comment Marco di Bello / Foto: profilo X Lazio

Lazio-Milan, che fortuna per le altre: Di Bello non arbitrerà per un mese

Lazio-Milan, Di Bello decide di non concedere un rigore ai biancocelesti al 12′: da lì il caos. Questo potrebbe semplicemente essere il plot di una gara che ha rasentato il ridicolo, avvicinandosi molto a un film degno della Palma d’Oro. A calmare gli animi – degli altri – è arrivato lo stop di un mese all’indirizzo dell’arbitro brindisino. Rocchi (designatore arbitrale) con una certa solidarietà nei confronti del collega si è detto favorevole a non concedere il rigore: sul resto lui stesso non ha potuto far finta di niente. Al fianco dei tifosi laziali si sono schierate molte tifoserie che su X e i vari social hanno recapitato il loro disprezzo, talvolta esagerato, nei confronti dell’arbitraggio di venerdì sera.

Di Bello, un mese di stop: il contentino

Sembra proprio il titolo di un film a capitoli, con l’epilogo che tutti conosciamo ma che dietro nasconde tutto quanto dichiarato dal patron Lotito a seguito di Lazio Milan. Il presidente non ha neanche nominato Di Bello, poiché la responsabilità è da rilevare ben più in profondità. “Il contentino” è il terzo capitolo di un film cominciato con Juventus-Bologna, quando Di Bello riuscì a negare un rigore evidente ai felsinei. Ecco che nel secondo capitolo, il mid point è stato riservato a un Lazio Milan dalle tinte rosso sangue (e nere): bastava guardare il volto di Castellanos per capire che il polso della situazione era sfuggito da un pezzo.

torino lazio

Matteo Guendouzi / Foto: profilo X Lazio

Infine l’esito scontato di una sospensione che poco conta a livello sportivo ed etico. A parte il beneficio per le squadre che nel prossimo mese avranno la fortuna di non essere arbitrate da Di Bello, non c’è niente di giusto in questa decisione. La Lazio aveva tutto il diritto di sperare in un posto Champions, meritandolo peraltro di fronte a un Milan inconcludente. Una stagione falsata dalla negligenza di un singolo non poteva che avere un epilogo solo: la radiazione.

Venerdì Di Bello ha violato anche un codice etico e morale, vicenda che probabilmente un giorno finirà sulle pagine di una autobiografia, tanto per tirare a campare. La stagione 2024 per la Lazio è praticamente finita e solamente rigiocare la gara avrebbe potuto mettere a posto la situazione: cosa che però non potrà mai avvenire. Il Sistema dice così…

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich