Lazio, il punto sui biancocelesti da parte di un ex

by Fabio Mancini
0 comment Stefano Fiore

Lazio, Fiore sul momento della squadra di Sarri

Lazio – L’importante vittoria nei minuti di recupero della Lazio contro la Fiorentina, ha rilanciato le ambizioni europee della compagine biancoceleste. Dopo una brutta partenza, la squadra di Mister Sarri sembra aver trovato una buona continuità, soprattutto per ciò che concerne il cammino in campionato.

A parlare a tutto tondo del momento Lazio ci ha pensato proprio un ex calciatore laziale ed esattamente Stefano Fiore. Direttamente dai microfoni di TvPlay, l’ex centrocampista di Lazio e Udinese ha voluto dire la sua sui capitolini ed anche sull’attuale allenatore Sarri e sull’ex Inzaghi: “E’ stata una partita difficile, la Lazio veniva dalla sconfitta di Rotterdam e non era in grande serata. Merito anche della Fiorentina che nel primo tempo avrebbe meritato di andare in vantaggio. Nel secondo tempo Sarri ha vinto la gara con i cambi. Luis Alberto sottotono e Immobile inserito al momento giusto. Vorrei però sottolineare i meriti della Fiorentina che forse nel finale avrebbe potuto osare di più. La partita si è decisa con un episodio e poteva anche finire in pareggio. Il rigore? Con le regole di oggi si può dare. La differenza tra le due squadre? Le due rose non sono molto diverse nei numeri, forse i biancocelesti hanno più qualità in alcuni ruoli. La Lazio ha troppi alti e bassi, anche in difesa è meno solida rispetto alla scorsa stagione. Romagnoli è più in difficoltà ma non è lui il problema principale”.

Le sue parole su Sarri: Ho un mio personalissimo parametro. Lui è stato in due top club come Chelsea e Juventus dove ha vinto ed è stato a un passo dallo scudetto con il Napoli. Lui ha sempre lasciato il segno, con i partenopei ha fatto un lavoro incredibile. Gli azzurri giocavano un calcio stellare. Forse potrebbe avere qualche limite caratteriale, è troppo intransigente. Ma come allenatore di campo è uno dei migliori in assoluto. Quando non riesce ad allenare la squadra come lui vorrebbe va in escandescenza”. 

Per finire Inzaghi: “E’ tra i più bravi. È un normalizzatore, è diverso dagli altri allenatori. Lui non si inventa nulla, non cambia mai modulo. La sua Lazio giocava molto bene e anche l’Inter si esprime ad alti livelli”.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich