Lazio, non è ancora nulla perduto: i biancocelesti ancora a meno quattro dal quarto posto

by Antonio Falaguerra
0 comment Imago/Image Sport: Ciro Immobile

Nonostante il mezzo passo falso di Verona gli uomini di Sarri sono ancora in piena corsa per il quarto posto

Lazio: sembra impossibile ma è tutto vero, nonostante la Lazio di Maurizio Sarri abbia sprecato un ennesima occasione di arrivare a ridosso della zona Champions, grazie ai risultati maturati domenica i biancocelesti si ritrovano sempre a sole quattro lunghezze dal quarto posto.

Infatti, per un gioco strano del destino, anche se Immobile e compagni sono usciti malconci e con un solo punto dalla trasferta in terra veneta si ritrovano ad essere a ridosso della zona Champions.

I passi falsi di Milan , Napoli e Roma hanno fatto sì che i biancocelesti non perdessero contatto con il quarto posto, è vero che sono subentrate di prepotenza altre squadre come Bologna, Atalanta e Fiorentina, ma la Lazio resta ancora pienamente in corsa.

Questo dato mette in evidenza che, se da un lato ci si aggrappa fortemente al fatto che siamo ancora lì in ballo, dall’altro si mette in luce l’ennesima occasione buttata al vento.

Vincere avrebbe significato non solo essere a soli due punti dal quarto posto, ma ti avrebbe fatto affrontare la prossima sfida con più leggerezza.

Infatti domenica sera alla Lazio spetta la sfida più difficile delle ultime settimane,  arriva la capolista Inter.

Sarà una gara difficile e i biancocelesti dovranno almeno cercare di non perdere, ma sarà ardua impresa se la Lazio che scenderà in campo sarà quella vista con il Verona.

Dunque non tutto è perduto, i biancocelesti hanno ancora ottime possibilità di agganciare il posto Champions, ma non si possono più permettere passi falsi, e domenica come abbiamo detto arriva l’Inter, bisognerà fare l’impresa.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich