Torino Lazio convocati

Lazio | La rivoluzione batte il ‘folklore’: il derby di Roma predilige il sarrismo

by Giammarco Moriconi
0 comment

Lazio: con Sarri in panchina il confronto è sempre biancoceleste

Lazio – Eppure la lezione ricevuta in passato non è bastata ai dirimpettai giallorossi che ancora una volta cadono nel tranello posto in campo dalle loro stesse mani.

La Lazio batte la Roma, il sarrismo batte la confusione e il ‘folklore’ messo in campo dalla squadra di Mourinho, più Special per i tifosi biancocelesti che per quelli della propria squadra. Il comandante ha capito come affrontare il derby e ci è riuscito dopo una cocente sconfitta subita proprio contro Mou nella stracittadina del 2021, un 3-0 senza storie che ha portato Sarri al passo dalle dimissioni.

Da lì in poi il vento è cambiato a Roma, l’ideale di gioco di Maurizio Sarri si è fuso con l’idioma storico dei biancocelesti, rispondendo agli scherni, agli sfottò al limite dell’indecenza e a quella spocchiosità messa in campo dai cugini rivali con: eleganza, stile e superiorità tecnico-tattica. Il risultato? 4 derby vinti su 6 con una sola sconfitta.

Anche ieri, nell’ennesimo derby perso in Coppa Italia, la Roma ha messo in campo una pantomima pietosa, fatta di sgomitate al limite, proteste veementi ed ennesimi cartellini rossi subiti che portano a 29 il conto totale da quando Mourinho siede sulla panchina giallorossa.

Nell’intervista post gara Sarri lo ha ribadito ai cronisti: “Oggi non mi interessava vincere per la Coppa Italia, volevo vincere per la mia gente“, quella gente che ha vinto il confronto anche sugli spalti, sfottendo si, ma con lo stile che da sempre appartiene al popolo laziale e che i cugini, sotto sotto, invidiano anche un po’.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

capitolo finale

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich