calciomercato lazio

Lazio, indice di liquidità “ancora tu”: La situazione

by Paolo Buchetti
0 comment Claudio Lotito / foto Antonello Sammarco/Image Sport

Lazio, indice di liquidità: l’allentamento della tensione solo dal prossimo esercizio 2023-2024

Negli ultimi giorni abbiamo snocciolato tutti i vantaggi economici rivenienti dalla Serie A e dalla Champions, conseguenti al secondo posto raggiunto.

Ma quando si verificheranno tali benefici?

 

Tempi di maturazione dei bonus raggiunti nella stagione 2022-2023

Specifichiamo che il bilancio della  Lazio chiude al 30/6 di ogni anno. Quindi, qualsiasi beneficio o bonus raggiunto per la stagione in corso, maturerà solo nell’esercizio successivo (1/7/2023 – 30/6/2024), fonte Cittaceleste.it.

L’indice di liquidità di riferimento per la campagna acquisti prossima (apertura 1 luglio), sarà quindi quello relativo ai conti della gestione in chiusura il 30/6/2023.

 

Soluzioni da approntare per essere operativi dal primo luglio

– Iniezione di liquidità dell’azionista entro il prossimo 30/6/2023

– Scontare presso il sistema bancario i benefici e bonus Serie A e Champions che si incasseranno nei prossimi mesi, tutto ciò entro il 30/6/2023.

– Cessione di alcuni giocatori sempre entro fine giugno, i cui benefici economici riportino l’indice di liquidità in regola. Tale situazione appare fortemente complicata per i tempi ristretti, nonché per il fatto che il calciomercato apre ufficialmente nel luglio prossimo.

– Chiedere in anticipo alla Uefa i bonus previsti per la partecipazione alla Champions League, cosa già accaduta in passato

 

Nella peggiore delle ipotesi quindi, ovvero indice di liquidità che blocca il prossimo mercato in entrata, la Lazio  dovrà preventivamente “cedere” fino allo sblocco della situazione. In tal caso, i tempi potrebbero prolungarsi pericolosamente.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich