Lazio-Fiorentina, le pagelle dei biancocelesti

by Fabrizio Di Marco
0 comment

Lazio-Fiorentina, le pagelle dei biancocelesti.

La Lazio non riesce a vincere la quarta partita consecutiva, nonostante il vantaggio iniziale  con Casale, I viola raggiungono il pareggio ad inizio secondo tempo, e nel finale una traversa di Milenkovic, rischia di beffare i biancocelesti.

Ecco le pagelle dei calciatori biancocelesti.

PROVEDEL 6: Gonzalez tira forte e in modo preciso, un siluro che si infila quasi all’incrocio.

Tiro imparabile.

L’intervento migliore sul sinistro nel recupero di Saponara, subito dopo deve solo sperare sulla traversa  di Milenkovic.

MARUSIC 6,5: Uno dei più in forma, copre e riparte.

Viene confermato a destra perché con il Milan aveva arato quella corsia, non c’è differenza tra una fascia e l’altra.

CASALE 7: Segna da attaccante, prima gioia con la Lazio, la meritava per le prestazioni che sta facendo in ogni partita. Dietro non concede niente

ROMAGNOLI 6,5: Controlla come sempre da padrone  l’area. Pulito e concentrato come sempre.

HYSAJ 6,5: In condizione fisica  ottimale. Un brivido di troppo  in un disimpegno e poi sul contatto con Saponara: per fortuna l’arbitro non concede il rigore  per la caduta accentuata del viola.

Dal 71’ LAZZARI 6: Venti minuti a tutta velocità, non bastano per portare la Lazio  alla vittoria.

MILINKOVIC 6: Sgomita contro tutti a centrocampo sui palloni alti, fondamentali in una sfida così, con la Fiorentina che pressa tantissimo.

Un pallone d’oro lo offre ad Immobile, qualche errore, ma come sempre un lottatore.

CATALDI 6:  Un po’ affaticato nella ripresa.

Buono in impostazione,  e un paio di chiusure  tra i centrali di difesa. Pure un tiro di ribattuto di Jovic all’altezza del dischetto, che poteva essere molto pericoloso.

Dal 63’ MARCOS ANTONIO 6: Buona determinazione carica i tifosi dopo un fallo subìto sotto la Tevere.

LUIS ALBERTO 6: Inizia bene,  e pressar fino all’aerea avversaria.

Poi si spegne alla distanza, fino a quando Sarri non lo sostituisce.

Dal 63’ VECINO 6: Serve uno che lotti a centrocampo  e incursioni offensive per riempire i vuoti senza centravanti (almeno fino a quando non entra Immobile).

PEDRO 5,5: Pressa tutti come un indemoniato conquista il fallo laterale che poi serve alla Lazio per conquistare il corner del vantaggio.

 Prova a portare la partita nel binario giusto.

Poi però la fatica si fa sentire tanto,  Nel secondo tempo sparisce

Dal 71’ IMMOBILE 6: Entra e carica tutto l’ambiente, recupero record.

Incrocia troppo un diagonale, avrebbe fatto venire giù lo stadio appena entrato.

FELIPE ANDERSON 5,5: Non è  quello di martedì con il Milan.

Non incide  come al solito

Più altro gli manca di essere illuminante.

ZACCAGNI 6,5: L’ultimo intervento in scivolata su Ikoné è decisivo quanto un gol. Si fa tutto il campo per aiutare su una ripartenza della Fiorentina che poteva essere fatale. Davanti nulla di eccezionale, ci ha abituato su altre prestazioni in questa stagione.

ALL. SARRI 6: Non arriva la quarta vittoria di fila, peccato soprattutto per come si era messa dopo pochi minuti. Alla fine il pareggio è giusto, nel recupero si è rischiata la beffa totale che sinceramente sarebbe stato troppo.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

capitolo finale

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich