calciomercato lazio

[ESCLUSIVA] Berardi, l’agente Filippo Gasbarri non ha dubbi: “La Lazio ci proverà fino all’ultimo”

"Berardi sta spingendo per arrivare alla Lazio. E' stato già a Formello tre volte e ha un accordo per un quadriennale a 2.5 milioni" più bonus

by Ambra Taddei
0 comment Filippo Gasbarri / photo: profilo Facebook Filippo Gasbarri

Filippo Gasbarri è intervenuto ai microfoni di “Roma è Biancoceleste” per fare il punto sul calciomercato della Lazio

Filippo Gasbarri, procuratore sportivo  e agente Fifa, è intervenuto ai nostri microfoni durante la trasmissione “Roma è Biancoceleste”. (QUI PER ASCOLTARE LA PUNTATA)

Queste le sue parole in merito al calciomercato biancoceleste e non solo.

Su Berardi e Isaksen –  “Intanto vi dico che Isaksen è fatta. Il giocatore tra oggi e domani arriverà a Roma per sostenere le visite mediche diventando un giocatore della Lazio ufficialmente. Il giocatore è stato avallato da Sarri e che ha preferito a Karlsson dell’AZ. È un profilo giovane che il mister ritiene importante per il suo gioco. Per quanto riguarda Berardi la Lazio proverà a chiudere fino alla fine del calciomercato, se non arrivasse prima potrebbe diventare un colpo last minute perché il giocatore sta spingendo.  C’è già l’accordo con Berardi, c’era già un accordo con il Sassuolo. Il giocatore è stato già a Formello tre volte, sono cambiate delle cose in corso d’opera, qualcuno ha fatto marcia indietro e la Lazio non si aspettava questo però ci credo sempre che Berardi possa approdare in biancoceleste, perché nel calciomercato mai dire mai. Si, il giocatore era già d’accordo per un quadriennale a 2.5 milioni più bonus. Era ed è una richiesta esplicita del mister, come Ricci per il quale la Lazio sta facendo di tutto per portarlo a Roma. Ti dico anche che il Torino ha una trattativa in corso con il Marsiglia per portare Malinovskyi in granata e per fare questo tipo di operazione potrebbe essere la volta buona in cui Cairo potrebbe ammorbidirsi e accettare l’offerta per il mediano. Il mercato della Lazio è appena partito, ma questo non vuol dire che la Lazio non stesse facendo mercato prima, ma aveva bisogno di tempo per affondare i colpi ed andare sui giocatori che aveva bloccato.”

Sull’incontro tra Lotito e Sarri – “C’è  stato il rischio che Sarri potesse dare le dimissioni, ma alla fine si è trovato un punto d’incontro. Il presidente ha fatto delle promesse, il mister ha detto che questo gruppo non l’avrebbe mai lasciato perché quello che gli hanno dato i ragazzi in ritiro è stato importante e secondo Sarri è stato un ritiro migliore rispetto allo scorso anno. Quindi c’è la volontà di proseguire insieme e penso che alla fine possa nascere una bella Lazio.”

Sull’addio di Milinkovic Savic – “Milinkovic ha fatto una scelta di cuore perché non voleva giocare con nessun altra maglia in Italia che non fosse quella della Lazio. È andato a prendere soldi importanti, si parla di 30 milioni annui, ma vi posso dire che in realtà sono 40 a stagione. Quella di Milinkovic è stata una scelta importante, voleva cambiare aria, ma non voleva andare in un altra squadra che non fosse la Lazio anche se il procuratore del calciatore stava facendo di tutto per portare il giocatore alla Juventus. Milinkovic ha rifiutato un’offerta importante del Newcastle perché sia a lui che alla moglie non piaceva il clima inglese. Non è paragonabile all’offerta araba, ma pur sempre importante sia per la Lazio che per il giocatore. Io penso che Milinkovic potrà rimanere massimo due anni in Arabia per poi tornare in Italia. Per quanto riguarda Kezman non ha portato nessuna offerta per un giocatore come Milinkovic, infatti la trattativa in Arabia è stata portata avanti da un intermediario della Lazio, poi non so in che rapporti sono rimasti il calciatore con il suo agente.”

Sull’acquisto di Kamada – “Io penso che sia uno degli acquisti più importanti dell’era Lotito. Uno dei giocatori più forti che la Lazio è riuscita a tesserare, il giocatore si era offerto precedentemente ad altre squadre in Italia. Sul centrocampista c’era il Milan, l’Inter, l’Atletico Madrid, il Siviglia, c’erano su di lui anche squadre inglesi quindi sei riuscito a prendere un giocatore di fama internazionale ed era quello di cui avevano bisogno i tifosi della Lazio. È stata un operazione importantissima, l’agente che ha svolto la trattativa è un mio caro amico che ha portato Udogie al Tottenham ed essendo molto laziale ha spinto molto per portare il giapponese alla Lazio. Quest’operazione ha affascinato molto sia il presidente sia la Mizuno. Abbiamo rischiato di far saltare l’affare perché ci sono stati inserimenti da parte di squadre dal livello europeo importante, ma Kamada aveva già dato il suo ok verbale. Per i giapponesi la parola è una cosa importante quindi non ha fatto marcia indietro ed è venuto a firmare con la Lazio. Il ruolo dell`intermediario e stato molto molto importante”.

Su Kamada erede di Milinkovic – “Si, può esserlo. Ha caratteristiche diverse da Milinkovic, ma Kamada può essere molto più funzionale al gioco di Sarri. Con il famoso Sarriball, uscendo palla al piede con la velocità di Kamada e la tecnica di Luis Alberto si può creare una superiorità numerica importante”.

Sulla durata del contratto –  “Il contratto è di 4 anni. Sono 3.5 milioni da parte della Lazio e 1 milione da parte della Mizuno che è stato fondamentale per chiudere quest’operazione. A livello di marketing è un’operazione straordinaria, operazioni che la Lazio non faceva da tanto tempo”.

Sui giovani più interessanti – “Un giovane molto interessante è Ricci, un altro è Fazzini per il quale la Lazio si sta muovendo con l`Empoli per creare un operazione con Akpa Akpro e Cancellieri al club toscano e Fazzini in biancoceleste. E` un’operazione che la Lazio farebbe se non dovesse chiudersi la trattativa per Ricci che in questo momento è la priorità. Ricci è un profilo giovane sul quale puoi creare un progetto, ha un costo meno oneroso anche a livello di cartellino rispetto a Zielinski.”

Sul possibile ritorno di Luca Pellegrini – “Luca Pellegrini è l’unico nome che ha fatto Sarri per quanto riguarda il ruolo di terzino sinistro. C’era stato un interessamento per Kerkez, ma il mister ha detto di no perché vuole assolutamente Pellegrini perché vuole ragazzi italiani per produrre il calcio come vuole lui. Il giocatore sta spingendo molto per tornare alla Lazio e penso che la Lazio farà di tutto per acquistarlo. Potrebbe essere un prestito oneroso con obbligo di riscatto molto più basso rispetto alle cifre stabilite lo scorso anno. Mario Rui interessa alla Lazio, ha già lavorato con Sarri e potrebbe essere una new entry sempre in caso non dovesse andare a buon fine per Pellegrini.”

SEGUITECI SU SPREAKER

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich