Inter-Lazio

SS Lazio | Tra pianti, post e like social: chi pensa alla Lazio?

by Barbara Beleggia
0 comment Esultanza / Foto: profilo X SS Lazio

SS Lazio, quando sembra che i senatori ti remano contro

SS Lazio – Una stagione disastrosa in casa Lazio, dopo l’entusiasmo per il secondo posto, la qualificazione in Champions League e le prestazioni spettacolari siamo caduti nel baratro. Una crisi profonda che non si vedeva da anni, crisi che aveva tanti colpevoli ma di cui alla fine si è assunto la responsabilità solo uno: Maurizio Sarri.

cagliari-lazio

Foto: profilo X Lazio

In tutto il mondo, quando una squadra va male, chi ne paga le conseguenze è solamente una persona, l’allenatore. Perché ovviamente è più facile mandare via lui che cambiare venti giocatori, perché si spera che il cambio modulo possa aiutare la squadra a giocare meglio e che si ritorni ad una posizione rispettosa in classifica. Ma che succede quando è la squadra a dare la sensazione di remare contro il suo stesso allenatore? Che succede quando i “senatori” sembra che si oppongano alle indicazioni del loro mister?

Succede quello che è successo alla Lazio, perché è inutile fare finta di niente, la vecchia guardia non è più riuscita a seguire Sarri e, dopo che lui più e più volte ha chiesto loro quale fosse il problema e dopo essersi messo in discussione con squadra e tifosi, l’epilogo lo conosciamo bene. L’unica cosa a cui i giocatori pensano sono i soldi, i rinnovi, non è più come prima quando al primo posto c’era la squadra, l’amore per la maglia e i tifosi.

SS Lazio, il mondo social: quando le cose non sono come sembrano

Vergognoso, a dir poco, quello che è successo dopo che è andato via Sarri. Vedere like al post delle dimissioni del mister è stato davvero di cattivo gusto, è come se qualcuno fosse contento. Per esempio, Luis Alberto che piangeva a fine Lazio-Udinese probabilmente per la pessima stagione, ha ottenuto un rinnovo di 4 milioni che è stato invocato proprio da Maurizio Sarri, e per salutarlo ha postato una storia con giusto due righe che sembrano solo di circostanza, per quello stesso allenatore che lo aveva messo al centro del progetto. Questo lascia davvero l’amaro in bocca.

Atalanta-Lazio

Foto: Luis Alberto | Twitter Lazio

Il capitano Ciro Immobile, invece, è sempre pronto sui social a difendersi dalle critiche o per festeggiare qualche traguardo, ma su tutta questa vicenda purtroppo non abbiamo sentito nemmeno una parola. Solo poco fa ha fatto anche lui un post dove salutava Sarri, post che sembra solo di circostanza, vista la freddezza delle sue parole. Ma se si vanno a leggere i commenti sotto, tutti i tifosi fanno capire quello che pensano, che bisogna mettere la squadra sempre al primo posto. Anche dopo Lazio-Udinese, invece di parlare lui, che è il capitano, ha parlato Gila.

Quando l’ipocrisia la fa da padrona. Tutti colpevoli per la crisi della Lazio

Se ne salvano veramente pochi in questo momento, oltre agli appena arrivati, giusto Patric e Cataldi che, dalle loro parole, hanno fatto capire quanta riconoscenza hanno verso il mister. Quei giocatori che non hanno a cuore la Lazio, possono andare via anche oggi stesso, ma sappiamo benissimo che questo non succederà e che, forse, dobbiamo aspettare la fine della stagione. Ma da adesso in poi si deve tifare solo la maglia, la Lazio viene prima di tutto, prima di qualsiasi giocatore o allenatore, sperando che il futuro sia più roseo.

lazio udinese

Squadra / Foto: profilo X SS Lazio

Vedere Maurizio Sarri seduto da solo su quegli scalini a Formello, arreso davanti a tutta questa situazione fa capire molte cose, soprattutto fa capire che in tutto questo tempo lui è stato l’unico a parlare in faccia e a dire le cose come stanno, gli altri hanno solo finto per tutta la stagione, e ora hanno raggiunto il loro obiettivo. Complimenti ragazzi, non so come facciate a guardarvi allo specchio. Vergognatevi!

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich