Frosinone Lazio convocati

Lazio, Martusciello in conferenza stampa: “Qui ci sono ragazzi per bene”

by Roberto Mari
0 comment Giovanni Martusciello / Foto: profilo X Lazio

Lazio, la conferenza stampa di Martusciello

Lazio – I biancocelesti escono vincitori dal Benito Stirpe contro un Frosinone mai domo e rialzano la testa dopo una settimana travagliata. Mister Martusciello, in conferenza stampa, lascia trapelare un velo di dispiacere per quella che è stata la sua ultima apparizione sulla panchina della Lazio.

Ecco le parole del tecnico:

Come è stato vivere la settimana della Lazio?

“Di sicuro non con comodità. Tre giorni molto travagliati, complicazioni su complicazioni. Non è stata bella, dopo tanto tempo passato in questo ambiente. Però le risposte che si sono avute stasera sono figlie anche di questo senso di appartenenza.” 

“Mi auguro, come gruppo, che non sia necessario richiamare quanto richiamato stasera. E non parlo del gioco ma di senso di appartenenza, cuore. Devono capire che non servono situazioni simili per sprigionare questa reazione. Il significato, per loro e per come è maturata, è importantissimo.”

SS Lazio

Giovanni Martusciello / Foto: profilo X Lazio

C’è stato un traditore nel gruppo?

“Bisogna fare attenzione a quello che si dice in questa piazza. Qui ci sono ragazzi per bene, poi perdono e vincono. Ma seguire la direzione di quello che è girato è brutto. Sto nel calcio da tanti anni, avvertire un senso così sconfortante nell’apostrofare i giocatori di tradimento… ho certezze che non sia così. Sto qui da tre anni, li guardo negli occhi. Poi si può perdere e vincere, venivamo da quattro ko di fila. La somma, forse, ti fa andare in quella direzione ma non è così”.

Lazio e Martusciello  –  La gara

Tatticamente non abbiamo cambiato: non c’era necessità né tempo. Io sono un collaboratore di Sarri e la squadra è figlia di Sarri. Non potevo modificare nulla. Se oggi fanno tesoro di quanto tirato fuori oggi negli ultimi dieci minuti, si farà la differenza.”

“Ho visto attaccanti fare i difensori centrali. Se riescono a tirar fuori questa roba qui la Lazio arriverà lontano a prescindere da chi l’allena. L’aspetto emotivo supera la condizione tecnico-tattica, potevamo prendere tre gol nella prima mezzora e ne è la dimostrazione. Con l’aiuto del nuovo allenatore sono convinto che andranno in quella direzione”.

Lazio e Martusciello  –  Le dimissioni di Sarri

Maurizio, persona capace e intelligente, ha realizzato che non riusciva più a incidere verso il gruppo. E ha preferito fare un passo indietro per portarli a una reazione. Ma non c’è condizionamento dovuto al fatto che Lotito volesse mandarlo via o che il gruppo volesse far tornare indietro l’allenatore. È stato l’amore per la Lazio, lo dimostra il fatto che lui ha lasciato soldi. Il direttore è stato veramente male, vuol dire che ha provato in tutti i modi a cambiare le cose e non ci è riuscito. Andare a trovare la causa… è successo insieme, tutta la storia è venuta meno”.

Lotito ha parlato di tradimento

Si usano termini per rabbia, delusione e amarezza. E magari si dicono cose che dovrebbero dirsi all’interno di una stanza. Ma non è che ha sbagliato il presidente. Sono giorni che non chiudo occhio, è stata una cosa troppo forte per me. Ho dovuto gestire da solo, col direttore, una situazione molto borderline”

Sarri

Maurizio Sarri / Foto: profilo X SS Lazio

Lazio e Martusciello  –  Permanenza alla Lazio

La società aveva l’intenzione di trattenermi, ma ho una faccia e un’etica. Ero disponibile fino a quando non sarebbe arrivato un nuovo allenatore. Finché non si raggiunge una nuova direzione ho dato disponibilità, ho sempre saputo sarebbe stato a tempo determinato. Io sto con Sarri, da dieci anni. Poi le strade si possono anche dividere. Poi ho dovuto combattere con qualcuno che ha spinto per creare anche più confusione, ma non parlo della stampa”.

Lazio e Martusciello  –  Su Igor Tudor

“Non c’entro nulla, non ho mai chiesto né l’ha fatto la società di rimanere con un altro allenatore. Ha allenato in ambienti particolari Tudor, se ne parla bene, ma non lo conosco. C’è la società, il direttore. C’è chi ha il ruolo giusto, ogni gruppo ha la sua soggettività. Io non posso parlare con nessuno, ho solo dato disponibilità a Lotito e Fabiani”.

Lazio e Martusciello  –  Cosa le mancherà?

“Vivo a Roma. Mi mancherà l’Olimpico, l’ambiente, i magazzinieri. Anche la stampa, se un po’ rompe i cog**oni. Mi mancherà tutto, sto qui da tre anni. Poi vivo a Roma e magari un salto a Formello riuscirò a farlo, credo mi facciano ancora entrare”.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Logo Laziolive.tv

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich