Home RubrichePiazza Della Libertà Renzo Nostini. Il più grande .

Renzo Nostini. Il più grande .

di Valentino Valentino

Renzo Nostini.

Renzo Nostini, nasce a Roma il 27 maggio 1914, Su libri ed almanacchi si parla di lui come di un grande atleta, di un valente dirigente sportivo e di un capace imprenditore. Renzo Nostini

Con la S.S. Lazio, Renzo ottiene i primi successi sportivi nel Nuoto. Passa al Pentathlon, dove potrebbe eccellere, ma il regime dell’epoca gli nega l’avventura olimpica di Berlino 1936. Pratica la pallanuoto (sempre nella Lazio) ed il Rugby, però, con la Rugby Roma ( del quale fu anche Presidente dal 1948 al 1954).

I migliori risultati li ottiene nella scherma. Nel 1937 vince l’oro nel fioretto individuale ai Campionati Mondiali. vince trofei e Coppe nelle più svariate competizioni di scherma.

La guerra ferma lo sport, ma nel 1944, Nostini insieme a Mario Torti ed Andrea Marrazzi, va a guidare la Federazione Scherma e a far “nascere” il CONI.

Non smette di stare in “pedana”. Le Olimpiadi del 1948 e quelle del 1952 lo vedono tra i protagonisti. Conquista con il suo fioretto due medaglie d’argento; una in ogni edizione.

Renzo Nostini, uomo Lazio.

Renzo Nostini é un uoma Lazio e con lo Sport nell’anima. Nel 1946, diviene Presidente del CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano) e, nel 1952, Presidente della Lazio Nuoto.

Nonostante l’età, continua a vincere nella Scherma. Ai Mondiali di Roma, del 1955, ottiene un argento ed un bronzo con la sciabola. Nelle due armi, vince più volte il campionato individuale. Nel 1959 ritorna in Federazione, come dirigente, risollevando la F.I.S. da un periodo opaco, insieme all’aiuto di due grandi della Scherma: Gastone Darè ed Edoardo Mangiarotti.

Nel 1961, dopo le Olimpiadi di Roma, diviene Presidente della Federazione Italiana Scherma.

Viene soprannominato il “Presidentissimo”: mantiene l’incarico fino al 1993.

E’ stato Vice Presidente della Federazione Italiana Rugby ; per anni, ha ricoperto l’incarico di Presidente della Polisportiva. Presidente onorario del CONI, Medaglia d’Oro al Valore Atletico, Nostini ci ha lasciati il 1° Ottobre del 2005.

La sua è stata una vita dedicata allo sport ed ai colori biancocelesti.

Lascia un commento

Potrebbe Interessarti

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich