Home S.S. Lazio Pagelle di Cagliari Lazio

Pagelle di Cagliari Lazio

di Lazio Live TV
pagelle di cagliari lazio

E’ arrivato il momento delle pagelle di Cagliari Lazio

Definire la partita di ieri sera una partita bella forse non basta. Infatti è veramente difficile trovare insufficienze, anzi impossibile. Forse il meno impegnato Strakosha è quello che ha brillato meno, ma un paio di parate (anche se facili) le ha fatte. Luis Alberto e Lucas Leiva sono stati imperiosi, per non parlare della prova di Radu che si è letteralmente mangiato l’esterno del Cagliari Bellanova. Vediamo ora le pagelle di Cagliari Lazio:

Strakosha

6,5 – Un portiere in partite del genere rischia di annoiarsi molto, anche se nel secondo tempo l’albanese è stato chiamato in causa più di una volta. Tuttavia ha effettuato solo parate di ordinaria amministrazione, ma ha spiccato soprattutto (nuovamente) per il giro palla insieme ai compagni di reparto difensivo.

Marusic

6,5 – E’ un peccato vederlo fare quel colpo da pallavolo al termine della partita. Sarebbe stata una prova da 7 ma l’ingenuità è stata veramente importante. Il giallo speso su Joao Pedro era forse un’ammonizione strategica in quanto diffidato, così da poter salvaguardare il derby, però ha rischiato grosso. In ogni caso anche se contro la Roma giocherà sarà diffidato, ma poco conta. L’importante è che sarà in campo.

Luiz Felipe

6,5 – Nonostante la buona prestazione ha comunque commesso un paio di disattenzioni in disimpegno. Possiamo definirlo il peggiore tra i migliori senza ombra di dubbio. Forse Acerbi gli ha dato più sicurezza perché in ogni caso qualche intervento decisivo lo ha fatto e anche bene.

Acerbi

6,5 – Sufficienza piena anche per Francesco Acerbi che nonostante i 2 mesi di stop è entrato bene dal primo minuto. Bisogna dire che ieri la difesa non ha dovuto fare granché ma se le azioni offensive si sono mostrate tali lo dobbiamo anche al giro palla di tutto il reparto. Bene anche la tenuta fisica ed è da sottolineare un intervento in tuffo a sventare un cross molto pericoloso.

Radu

7 – Se non il migliore in campo (anche se poco ci manca) è sicuramente il migliore del reparto. Non ha fatto giocare Bellanova ed è stato puntuale sugli anticipi e negli appoggi per favorire le ripartenze. Si diletta anche in dribbling che rimandano al Radu venticinquenne ma con in più l’esperienza di un ultra trentenne. Veramente fondamentale.

Luis Alberto

7,5 – E’ un piacere per gli occhi vederlo giocare (che tunnel sul secondo goal!) ed è ancora più piacevole vederlo ringhiare alla ricerca di ogni pallone. Indubbiamente il migliore in campo per completezza e per apporto in tutte e due le fasi. Ieri ha anche siglato il goal dello 0-2, partito proprio dai suoi piedi. Che c’è da dire? Mago!

Lucas Leiva

7 – Ieri ha tenuto il camp per 90 minuti e ha fatto girare il centrocampo in maniera impeccabile. Ha risentito un po’ della fatica negli ultimi minuti ma è più che fisiologico. Per il resto si prodiga a congiungere i reparti come solo lui sa fare e la compattezza della squadra ne è stata la prova.

Milinkovic Savic

6,5 – Ha sbagliato molto in alcuni frangenti. Non riesce a scrollarsi di dosso alcuni tecnicismi che non servono in certe zone del campo, poi però si riprende con un gran recupero che innesca Felipe Anderson il funambolo. Al di là di tutto anche la sua partita è quasi perfetta, troppi errori dovuti all’eccesso di sicurezza però.

Felipe Anderson

7 – Sembra essere tornato. Già con il Porto aveva dato prova di essersi svegliato, ma ieri è riuscito nuovamente a trovare il goal trattando i difensori del Cagliari come coni all’esame di guida. Ultimamente tutto quello che fa gli riesce facilmente, il che non può che far piacere a mister Sarri. Deve ancora migliorare in costanza, ma la strada è quella giusta. Autore di un goal e di un assist, che altro aggiungere?

Immobile

7 – Non è per il goal. Ma per la sua prestazione complessiva, che lo ha visto svariare su più fronti e spendere anche l’ultima goccia di sangue fino al 90°, quando con uno scatto ha bruciato in velocità i difensori sardi. Sul secondo goal è sua l’apertura sui piedi di Felipe Anderson che poi appoggia per Luis Alberto.

Zaccagni

6,5 – Ieri è stato un po’ sulle sue. Non ha strafatto né demeritato, ma ormai ci ha abituato ad emergere in quasi tutte le partite. Comunque si guadagna la sufficienza piena perché è arrivato più volte a difendere in area le scorrerie degli esterni cagliaritani. Con un Radu così poi è stato tutto più bello da vedere su quella fascia. Robin Hood non ha scoccato frecce, ma sarà per la prossima.

Pedro

6 – Gioca solo 22 minuti e non brilla come ci ha abituato. E’ un periodo di acciacchi e di recuperi lampo, quindi ci può stare se per una volta non è lui a farsi tutto il campo. Merita comunque un 6 per l’impegno e per la voglia di fare, anche perché per poco non rischia di fare un gran goal.

Luka Romero

S.V. – Gioca troppo poco per essere valutato, ma la personalità spicca comunque.

Basic

S.V. – Difficile fare qualcosa in 5 minuti.

Sarri

8 – Vedere Luis Alberto sorridere e scambiare occhiolini con il mister è sintomo di un lavoro cominciato mesi fa e che finalmente sta prendendo forma. Maurizio Sarri si è ritrovato un gruppo con tante qualità tecniche, che però sono state “ricondizionate” mentalmente per portare qualcosa di nuovo alla Lazio. Ci sta riuscendo in pieno e ormai non è più un caso. La Lazio è la miglior difesa delle ultime 7 partite di Serie A e il secondo migliore attacco in generale. Un motivo ci sarà!

 

 

Lascia un commento

Potrebbe Interessarti

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich