Home S.S. Lazio Le pagelle di Udinese Lazio

Le pagelle di Udinese Lazio

di Lazio Live TV

Lazio Live ha steso le pagelle di Udinese Lazio

Come ogni giorno dopo la partita, vi proponiamo quelle che per noi di Lazio Live sono le pagelle di Udinese Lazio. La squadra nel complesso ha tenuto il campo per gran parte del match, lasciandosi andare nei primi e negli ultimi 15 minuti.

Strakosha

6.5 – Sembra aver trovato una certa sicurezza nelle uscite, skill dove ha sempre difettato. Para quel che c’è da parare e sul goal non poteva fare proprio niente.

Marusic

6.5 – Dimostra di aver carattere e di andare verso una completezza che potrebbe giovare molto alla Lazio nelle prossime gare. Se dobbiamo trovare una macchia forse sta nell’azione in cui Makengo si mangia un goal clamoroso. Tutti, compreso lui, sono andati a vuoto.

Patric

6 – Continua a fornire delle buone prestazioni. Non è un campione e questo si sa, ma anche lui sembra aver trovato una certa sicurezza nel reparto difensivo. Come sopra, non riesce a intervenire sull’azione del possibile raddoppio dell’Udinese.

Luiz Felipe

5,5 – Sul goal il più colpevole insieme a Hysaj è lui. Perez colpisce indisturbato di testa per appoggiare su Deulofeu che va a rete. E’ distratto ultimamente e quel goal poteva essere evitato.

Hysaj

5 – Sbaglia troppo nei movimenti difensivi (tiene in gioco Deulofeu sul goal) e rischia più volte di perdere palla in zone pericolose con passaggi estremamente semplici che a lui però non riescono.

Milinkovic

6,5 – Nei primi venti minuti è troppo impreciso sulle verticalizzazioni. Dopo si trasforma nel solito Milinkovic Savic e prende in mano il centrocampo.

Cataldi

6 – Non era un lavoro facile per lui (ricordiamoci che non è il suo ruolo) e comunque ha più volte fatto il filtro necessario davanti alla difesa, fornendo anche ottime palle verticali per gli esterni. Suo il calcio di punizione dal quale è scaturito il goal.

Basic

5,5 – Il Basic delle prime giornate di campionato sembrava più concentrato e più completo, tuttavia quando esce si sente la sua mancanza. Ha fatto il lavoro sporco nel migliore dei modi, con qualche disattenzione di troppo.

Zaccagni

7- – Non prende 7 perché nel primo tempo rischia di regalare una ripartenza all’Udinese con un passaggio orizzontale in mezzo la campo, poi intercettato dai centrocampisti bianconeri. A parte questo però è inarrestabile, fa assist e gli è mancato solo il goal.

Pedro

6 – Per quel poco che ha giocato ha fatto vedere la sua pasta come sempre. Ha svariato da destra a sinistra con estrema fluidità, poi è arrivato l’infortunio ed è dovuto uscire.

F. Anderson

7,5 – Dopo l’uscita di Pedro riprende il suo ruolo naturale e si vede. Salta l’uomo, prende falli e fa ammonire i giocatori dell’Udinese. Il goal è ordinaria amministrazione, ma è la prestazione nel complesso che ci lascia ben sperare in una ripresa dal punto di vista mentale. Già ieri, dopo il goal, sembrava rinato. Speriamo bene in vista del Porto.

Cabral

5.5 – Buttato nella mischia in condizioni non ottimali fa un buon lavoro tutto sommato. Le tre occasioni mancate però pesano troppo sul risultato finale. Se nel primo tentativo la palla gli è arrivata troppo dietro, sulle altre due occasioni doveva fare di più. Comunque si è mosso bene, poi la scarsa condizione ha fatto il resto.

A. Anderson

5,5 – Se sulle ripartenza non fosse stato impacciato e impreciso sarebbe uscito con un “non classificato” per il poco tempo giocato. Ma una volta si è impappinato rallentando un contropiede fondamentale e in un altro frangente non ha servito Felipe Anderson, che poteva andare diretto in porta.

Sarri

6.5 – Non era facile gestire una squadra senza cinque (poi 6) titolari. Girarsi verso la panchina e vedere il vuoto non deve essere bello, sicuramente non per colpa sua. La tenuta fisica e mentale della squadra continua a crescere, nonostante il rammarico.

Lascia un commento

Potrebbe Interessarti

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich