Home RubrichePiazza Della Libertà Grazia Deledda e la Lazio: sintesi di umanità, sport e cultura

Grazia Deledda e la Lazio: sintesi di umanità, sport e cultura

di Lazio Live TV

 

La Lazio, la mia Lazio , non è solamente una squadra di calcio: è un’idea, è amicizia, passione, qualcosa di più di un pallone che rotola su un prato verde .. è amore, è cultura.
Vado a spasso per il tempo , vago con la mente ( è un mio vizio, scusate) e “vedo” una giovane donna di Nuoro esce all’alba dall’uscio di casa, si incammina a piedi verso il monte Ortobene ( ora sono 15 km di strada, oltre 130 anni fa non c’erano strade carrabili, auto o bus!) ed arriva in vetta.

Li’ trova, come ogni mattina, una piccola chiesa ( la chiesa della Solitudine ) ed è in quel luogo che Grazia “trova” l’ispirazione e può dare “sfogo” alla sua arte. In una piccola nicchia esterna sono custoditi un calamaio, dei pennini e dei fogli di carta a disposizione di Grazia … e non per giocare.
Neve o sole, vento o pioggia, è in quel luogo che Lei trova l’ispirazione necessaria per scrivere, scrivere ed ancora scrivere di giorno in giorno.

Qualche anno dopo Grazia si reca a Roma, vuole fortemente far pubblicare i suoi scritti e, grazie alla sua caparbietà e bravura, ci riesce.
Ci riesce anche grazie alla gente dei nostri colori (a quel tempo gli altri non erano stati ancora “assemblati”). Si imbatte nella pubblicazione “La Lazio” e grazie ai laziali fa conoscere i suoi scritti e collabora attivamente con quel foglio.
Anni dopo, nel 1926 , Grazia Deledda riceverà il premio Nobel per la letteratura! È la prima donna italiana ad essere insignita di questa grande onorificenza.

…Vago con la mente, oltre il tempo, mi piace immaginare in quegli anni romani che Grazia si sia incontrata con Sclavi o Ferraris IV e con tanti atleti laziali dell’epoca e grazie a loro abbia potuto condividere qualche momento di felicità e di amore verso i nostri colori .

Grazia Deledda morirà a Roma, il 15 agosto 1936, da spirito libero, con la Sardegna nel cuore, la sua storia, le sue tradizioni, la sua identità.

La Lazio c’era ed onoro’ Grazia. Oltre il tempo, la mia Lazio c’era e c’è.
Amicizia, passione, aggregazione, libertà, cultura. Tutto questo è la Lazio.
La mia e la nostra Lazio; per me, per tutti.

 

Valentino Valentino ( Laziale di Gallura )

Lascia un commento

Potrebbe Interessarti

©2023 Tutti i diritti riservati Lazio Live TV

Testata Giornalistica - Autorizzazione Tribunale di Roma n°85/2022 - Direttore Responsabile: Francesco Vergovich